Business Intelligence: Presupposti di un'implementazione di successo

La business intelligence era ed è ancora oggi vista da una parte degli utenti come uno strumento riservato alle grandi aziende; la varietà di soluzioni in termini di complessità d’uso, costi e adattabilità ha reso questa tecnologia consona, anzi necessaria, alle piccole e medie imprese che vogliono sfruttare efficacemente questa opportunità di crescita.

Indipendentemente dalla soluzione di BI scelta e dalla dimensione aziendale, esistono alcuni fattori che impattano in maniera decisiva sul successo di tale implementazione:

A: analisi dell’infrastruttura informatica già presente in azienda, così da individuare la soluzione meglio integrabile

B: controllo della qualità dei dati, perché l’oggettività, l’accuratezza e la tempestività dei dati rappresentano i presupposti fondamentali per sfruttare a pieno le potenzialità della business intelligence

C: esame degli obiettivi informativi dell’azienda in relazione a quelli strategici; è la tecnologia, infatti, a doversi allineare agli scopi e non il contrario. Questa analisi va condotta a tutti i livelli dell’organizzazione, sia per comprendere meglio le peculiarità delle varie funzioni, che per studiare percorsi di formazione personalizzati, propedeutici ad un ottimale apprendimento dell’uso degli strumenti di BI. Il risultato a cui si mira è il coinvolgimento degli utenti, poiché solo utenti motivati possono diventare padroni delle soluzioni di Business Intelligence e contribuire al successo dell’organizzazione.

D: corretta selezione dei prodotti da utilizzare, in funzione dei ruoli e delle esigenze conoscitive ed operative dei vari utilizzatori

E: modalità di distribuzione ed elaborazione delle informazioni, da individuare in base al tipo di utilizzo e al tipo di supporto; il tipo di utilizzo è caratterizzato dalla complessità dei dati e dell’analisi, dall’ampiezza di banda disponibile, dai livelli di condivisione delle applicazioni, dalla frequenza di modifica dei dati e dal costo per utente. Il supporto può consistere, invece, in un personal computer non connesso alla rete, oppure un’architettura client server basata su tecnologie internet, fruibile anche attraverso dispositivi mobili.

F: adeguamenti organizzativi finalizzati a massimizzare i benefici della business intelligence; tra questi l’adeguamento delle competenze tecnologiche delle unità di business, il corretto decentramento delle attività in base agli specifici ruoli e responsabilità aziendali, il rafforzamento delle competenze di business degli utenti, l’introduzione di nuove figure professionali specializzate nella gestione dei database e nelle applicazioni di business intelligence.

Da quanto sopra esposto, si evince che non esiste un unico iter di successo per implementare efficacemente il sistema di business intelligence; tutto dipende dal contesto in cui opera l’azienda e dalla capacità del fornitore del sistema di individuare i prodotti adeguati e assistere l'organizzazione nella corretta implementazione. Tutto ciò ruota, però, intorno agli utenti e al loro coinvolgimento attivo e sentito, poiché sono proprio gli utilizzatori finali, opportunamente guidati, a rappresentare i primi veri portatori dell’innovazione insita nella business intelligence.