Performance Management

Il PM (performance management) è un sistema di valutazione e gestione della performance aziendale finalizzato a controllare, costantemente, il raggiungimento efficace ed efficiente degli obiettivi prefissati da parte dell’organizzazione e dei singoli membri che ne fanno parte.

Rispetto alla business intelligence, il performance management costituisce un ulteriore evoluzione, perché la BI si focalizza sopratutto sulla riorganizzazione dei dati e sull’analisi dei processi aziendali, per individuare aree di intervento e pianificare azioni correttive, mentre il performance management allarga il raggio d'azione alla misurazione dell’impatto strategico di tali attività sui risultati aziendali.

Una volta completata, quindi, la ristrutturazione dei dati aziendali e ottenuta, così, una visione globale unica della realtà (obiettivo della business intelligence), l’azienda può passare a strumenti più evoluti, che consentono di fare proiezioni e simulazioni, per valutare in tempo utile la remuneratività delle iniziative di business e quindi i relativi rischi/benefici.

Si superano, così, i limiti dei tradizionali sistemi di controllo di gestione, basati su indicatori finanziari che descrivono la realtà in modo puntuale, ma non spiegano realmente le cause profonde. L’ampliamento dalla BI al PM è, quindi, il passaggio dal semplice controllo di gestione al più completo controllo strategico, che valuta l’andamento dell’azienda in funzione non solo di indicatori finanziari, ma anche di quelli cosiddetti intangibili.

Rientrano tra questi ultimi la dotazione tecnologica, il patrimonio delle risorse umane con la loro organizzazione, la reputazione aziendale e il patrimonio commerciale (relazioni con i clienti).

Concludendo, l’approccio al performance Management, si articola in tre interrogativi:

  • HOW ARE WE DOING - Com’è la performance attuale ?
  • WHY - Quali sono le cause dell’attuale andamento ?
  • HOW SHOULD WE DO - Quali azioni andrebbero intraprese per migliorare le nostre performance ?